Libro sulla figura del Chilltan

ClienteSaodat Ismailova
Categoria Editorial
SettoreArt/Culture
Anno2022
MaterialiLibro

La video artista e filmmaker Saodat Ismailova partecipa a Documenta Fifteen 2022 presentando un lavoro sulla figura del chillitan, che nella cultura asiatica rappresenta un mutaforma – la parola deriva dal persiano e significa letteralmente “40 corpi, esseri dal genere neutro” –, tema esplorato da Saodat sin dal suo film d’esordio 40 Days of Silence (2014). 

A Documenta 2022 presenta un lavoro labirintico che si svolge in una sequenza di stanze interconnesse nel seminterrato del Palazzo Fridericianum di Kassel, combinando film, performance ed ambiente. In uno spazio adiacente, vengono contestualmente esposti e proiettati i lavori dei 18 artisti provenienti da Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan ed Uzbekistan, facenti parte del suddetto collettivo DAVRA, per mettere in scena opere visive, sculture, opere artigianali e della tradizione, musica, film, testi di suppliche sciamaniche che trascinano il visitatore a scoprire la cultura asiatica. Per Ismailova Metodo studio ha curato la pubblicazione “Chilltan Shapeshifting eternal spirits from Central Asia”, che raccoglie e presenta i lavori esposti di DAVRA.